News

27/04/2021 - DICHIARAZIONI

Stabiliti i livelli di affidabilità fiscale relativi al periodo d'imposta 2020: confermati i criteri dell'anno scorso News

È stato emanato il provvedimento direttoriale n. 103206 del 26 aprile 2021 che individua i livelli di affidabilità fiscale relativi al periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2020, cui sono riconosciuti i benefici premiali previsti dall'art. 9-bis, comma 11 , del D.L. 24 aprile 2017, n. 50, convertito con modifiche dalla Legge 21 giugno 2017, n. 96 , confermando il sistema introdotto lo scorso anno per i soggetti che presentano un elevato livello di affidabilità complessivo, calcolato attraverso la media semplice dei livelli di affidabilità, ottenuti a seguito dell’applicazione degli ISA per i periodi d’imposta 2019 e 2020.

In particolare:

BENEFICIO PREMIALE

LIVELLO MINIMO di AFFIDABILITÀ FISCALE (1) (8)

Esonero dall’apposizione del visto diconformità sulla dichiarazione annuale

8, ai fini della compensazione dei crediti di importo non superiore a:

  • 50.000 euro annui relativi all’Iva, maturati nell’annualità 2021; (2) (3)
  • 20.000 euro annui relativi ad Irpef, Ires ed Irap, maturati nel periodo d’imposta 2020. (2)

Esonero dall’apposizione del visto di conformità sulla richiesta di compensazione del credito Iva infrannuale, maturato nei primi tre trimestri del 2022

8, per crediti di importo non superiore a 50.000 euro annui (2) (3)

Esonero dall’apposizione del visto di conformità, o dalla prestazione della garanzia, sulla richiesta di rimborso del credito Iva maturato per l’anno di imposta 2021

8, per crediti di importo non superiore a 50.000 euro annui (2) (4)

Esonero dall’apposizione del visto di conformità, o dalla prestazione della garanzia, sulla richiesta di rimborso del credito Iva infrannuale maturato nei primi tre trimestri del 2022

8, per crediti di importo non superiore a 50.000 euro annui (2) (4)

Esclusione dall’applicazione della disciplina delle società non operative (5)

  • 9
  • 9, calcolato attraverso la media semplice dei livelli di affidabilità ottenuti a seguito dell’applicazione degli ISA per i periodi d’imposta 2019 e 2020.

Esclusione degli accertamenti induttivi (6)

  • 8,5
  • 9, calcolato attraverso la media semplice dei livelli di affidabilità ottenuti a seguito dell’applicazione degli ISA per i periodi d’imposta 2019 e 2020.

Riduzione di un anno dei termini di decadenza dall'attività di accertamento (7)

8

Esclusione degli accertamenti sintetici

  • 9, a condizione che il reddito complessivo accertabile non ecceda di 2/3 il reddito dichiarato
  • 9, calcolato attraverso la media semplice dei livelli di affidabilità ottenuti a seguito dell’applicazione degli ISA per i periodi d’imposta 2019 e 2020.

(1) Per il periodo d'imposta 2020.
(2) Tale beneficio è riconosciuto anche ai contribuenti che presentano un livello di affidabilità complessivo almeno pari a 8,5, calcolato attraverso la media semplice dei livelli di affidabilità ottenuti a seguito dell’applicazione degli ISA per i periodi d’imposta 2019 e 2020.
(3) Tali soglie di esonero sono cumulative, riferendosi alle richieste di compensazione effettuate nel 2022.
(4) Tali soglie di esonero sono cumulative, riferendosi alle richieste di rimborso effettuate nel 2022.
(5) Ex art. 30 , Legge 23 dicembre 1994, n. 724 (Finanziaria 1995).
(6) Ex art. 39, comma 1, lettera d), secondo periodo, D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, e art. 54, comma 2 , secondo periodo, D.P.R. n. 633/1972 .
(7) Ex art. 43, comma 1 , D.P.R. n. 600/1973 e art. 57, comma 1 , D.P.R. n. 633/1972.
(8) I contribuenti che nello stesso periodo d'imposta conseguono sia reddito d'impresa, sia reddito di lavoro autonomo, accedono ai benefici premiali in esame se:

  • per entrambe le categorie reddituali applicano i relativi ISA, se previsti;
  • il punteggio attribuito a seguito dell’applicazione di ciascun ISA, anche sulla base di più periodi d’imposta, è pari o superiore a quello minimo individuato perl’accesso al beneficio stesso.

26/04/2021 - EMERGENZA CORONAVIRUS

Misure per le riaperture dal 26 aprile: i chiarimenti del Ministero dell’Interno sulle attività di ristorazione News

Con la Circolare n. 15350/117/2/1 del 24 aprile 2021 , il Ministero dell’Interno ha fornito alcune indicazioni in merito all'applicazione delle misure contenute nel D.L. 22 aprile 2021, n. 52 , che regolano gli spostamenti e la graduale ripresa delle attività economiche.

Con riferimento alle attività dei servizi di ristorazione, in particolare, il Viminale ha precisato che:

  • a decorrere dal 26 aprile 2021, in zona gialla, è consentita l’attività di ristorazione con consumo al tavolo, esclusivamente all’aperto, nella fascia oraria compresa tra le ore 5.00 e le ore 22.00, ribadendo il “coprifuoco” in vigore che prevede il divieto di spostamento dalle ore 22.00 alle ore 5.00;
  • continua ad applicarsi la prescrizione di cui all’art. 27, comma 1 , del D.P.C.M. 2 marzo 2021, secondo cui il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone, salvo che siano conviventi;
  • fino al 31 maggio 2021 il servizio al banco sarà permesso solo in presenza di strutture che consentano la consumazione all’aperto; tale disposizione rimarrà quindi in vigore fino alla riapertura almeno a pranzo dei locali al chiuso (1° giugno 2021);
  • confermato il divieto, per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dal codice ATECO 56.3 (quali bar senza cucina e enoteche), di vendere bevande da asporto dopo le ore 18.00.

23/04/2021 - DECRETO "SOSTEGNI, AGEVOLAZIONI

Indennità Covid 2.400 euro, attiva la procedura on-line per le domande News

È attiva da ieri la procedura on-line per la presentazione delle domande per l’assegnazione del cd. “bonus 2.400 euro” previsto a sostegno di alcune categorie lavorative colpite dall’emergenza epidemiologica da Covid dall’art. 10 del D.L. 22 marzo 2021, n. 41 (decreto “Sostegni”). Lo ha annunciato l’Inps con un Comunicato Stampa del 22 aprile 2021 , fornendo le indicazioni per l'accesso al portale.

Il predetto art. 10, comma 1 , del D.L. n. 41/2021 prevede l’erogazione di una indennità una tantum di importo pari a 2.400 euro a favore dei soggetti già beneficiari dell’indennità di cui agli artt. 15 e 15-bis del D.L. 28 ottobre 2020, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176 . In particolare:

  • i lavoratori stagionali e i lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori intermittenti;
  • i lavoratori autonomi occasionali;
  • i lavoratori incaricati alle vendite a domicilio;
  • i lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • i lavoratori dello spettacolo.

Le predette categorie di lavoratori, che hanno già fruito delle indennità di cui agli artt. 15 15-bis del D.L. n. 137/2020, non devono presentare una nuova domanda ai fini della fruizione dell’indennità una tantum di cui all’art. 10, comma 1 , del decreto “Sostegni”, ma la stessa è erogata dall’Istituto ai beneficiari con le modalità indicate dagli stessi per il pagamento delle indennità già erogate.

I lavoratori che non siano stati già beneficiari delle indennità di cui agli artt. 15 15-bis del D.L. n. 137/2020, possono presentare domanda all’Inps per la fruizione dell’indennità onnicomprensiva di cui all’art. 10, commi 2 , 3 5 e 6 , del D.L. n. 41/2021, esclusivamente in via telematica, entro il 31 maggio 2021, utilizzando i consueti canali messi a disposizione per i cittadini e per gli Enti di Patronato nel sito internet dell’INPS. In alternativa al portale web, le indennità possono essere richieste tramite il servizio di Contact Center integrato.

Si ricorda infine che con la Circolare n. 65 del 19 aprile 2021 l'Inps ha fornito i chiarimenti in merito alla tempistica e alle modalità per la presentazione delle domande, nonchè sul regime di incumulabilità e incompatibilità tra la predetta indennità e le altre prestazioni previdenziali.

22/04/2021 - EMERGENZA CORONAVIRUS

Misure anti-Covid, varato dal Governo il decreto “Riaperture” News

Nel tardo pomeriggio di ieri il Consiglio dei Ministri ha approvato l'atteso decreto-legge “Riaperture”, contenente alcune importanti misure finalizzate alla graduale ripresa delle attività economiche a partire dal 26 aprile 2021.

Come si legge nel comunicato diramato a margine della seduta, il provvedimento definisce il cronoprogramma per la progressiva eliminazione delle restrizioni per il contenimento del contagio da Covid-19, prevedendo che tutte le attività oggetto di precedenti limitazioni debbano svolgersi in conformità ai protocolli e alle linee guida adottati dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

In dettaglio:

INTRODOTTA LA “CERTIFICAZIONE VERDE”

ZONE GIALLE

  • Le zone gialle tornano ad essere sottoposte alle misure per esse previste e a quelle introdotte dal presente decreto.

SPOSTAMENTI

  • Dal 26 aprile 2021 sono consentiti gli spostamenti tra Regioni diverse nelle zone bianca e gialla. Inoltre, alle persone munite della “certificazione verde”, sono consentiti gli spostamenti anche tra le Regioni e le Province autonome in zona arancione o zona rossa.
  • Dal 26 aprile al 15 giugno 2021, nella zona gialla, è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata una volta al giorno, dalle ore 5.00 alle 22.00, a quattro persone oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. Le persone che si spostano potranno portare con sé i minorenni sui quali esercitino la responsabilità genitoriale e le persone con disabilità o non autosufficienti conviventi.
  • Lo stesso spostamento, con uguali limiti orari e nel numero di persone, è consentito in zona arancione all’interno dello stesso comune. Non sono invece consentiti spostamenti verso altre abitazioni private abitate nella zona rossa.
  • Dal 1° maggio al 15 giugno, in zona gialla e arancione, è possibile andare a trovare amici o parenti.

CERTIFICAZIONI VERDI

  • Sono documenti che comprovano lo stato di avvenuta vaccinazione contro il SARS-CoV-2 o la guarigione dall’infezione o l’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo.
  • Le certificazioni di vaccinazione e quelle di avvenuta guarigione avranno una validità di 6 mesi, mentre quella relativa al test risultato negativo sarà valida per 48 ore.
  • I pass vaccinali rilasciati in ambito Ue sono validi in Italia.

BAR, RISTORANTI

Zona gialla
Dal 26 aprile 2021 sono consentite le attività dei servizi di ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, a pranzo e a cena, nel rispetto dei limiti orari agli spostamenti in vigore.

Alberghi
Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati.

FIERE, CONVEGNI e CONGRESSI

Zona gialla

  • Dal 15 giugno è consentito lo svolgimento in presenza delle fiere e dal 1° luglio 2021 anche dei convegni e dei congressi. È consentito, inoltre, svolgere, anche in data anteriore, attività preparatorie che non prevedono afflusso di pubblico. L’ingresso nel territorio nazionale per partecipare a fiere è comunque consentito, fermi restando gli obblighi previsti in relazione al territorio estero di provenienza.

Centri termali e parchi tematici e di divertimento

  • Dal 1° luglio 2021 sono consentite le attività dei centri termali e quelle dei parchi tematici e di divertimento.

PISCINE, PALESTRE

Zona gialla

  • Dal 26 aprile 2021 è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto.
  • Dal 15 maggio 2021 sono consentite le attività delle piscine all’aperto.
  • Dal 1° giugno sono consentite le attività delle palestre.

SPETTACOLI APERTI al PUBBLICO

Zona gialla
Dal 26 aprile 2021 gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, live-club e in altri locali o spazi anche all’aperto sono svolti esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale. La capienza consentita non può essere superiore al 50% di quella massima autorizzata, con un numero massimo di spettatori non superiore a 1.000 per gli spettacoli all'aperto e a 500 per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala.

SCUOLA

Dal 26 aprile alla fine dell’anno scolastico si torna in classe anche nelle scuole superiori (secondarie di secondo grado). La presenza è garantita in zona rossa dal 50% al 75%. In zona gialla e arancione dal 70% al 100%.

UNIVERSITÀ

Zone gialle e arancioni
Dal 26 aprile al 31 luglio le attività si svolgono prioritariamente in presenza.

Zone rosse
Si raccomanda di favorire in particolare la presenza degli studenti del primo anno.



21/04/2021 - FORMAZIONE ON-LINE

TuttoRistrutturazioni – I bonus edilizi ordinari. Oggi la 2^ giornata del nuovo Corso Specialistico MySolution News

In calendario oggi, 21 aprile, dalle ore 16.30 alle 18.30, la Videoconferenza in diretta streaming: “Tuttorisrutturazioni. I bonus edilizi ordinari”, un incontro compreso nel Corso Specialistico "TuttoRistrutturazioni - Scegliere e gestire bonus e detrazioni in edilizia”.

Durante la diretta verranno illustrati tutti i principali interventi destinati al recupero edilizio e di riqualificazione energetica, e le detrazioni per gli acquisti di abitazioni ristrutturate e di posti auto. Si parlerà di Ecobonus applicabile alle imprese e ai lavoratori autonomi, degli interventi antisismici e del sisma bonus per imprese e lavoratori autonomi, nonché della contabilizzazione dei bonus da parte delle imprese.

L’evento di domani permette di maturare 2 CFP per Dottori Commercialisti. Relatori del Corso saranno Lelio Cacciapaglia e Riccardo Lambri . Grazie alla loro competenza ed esperienza sulla materia, sapranno dare un approccio pratico e concreto, che permetterà ai partecipanti di chiarire tutti i principali dubbi sull’argomento.

Puoi ancora iscriverti alle singole giornate (2^ -3^- 4^ giornata). Sono previste come sempre promozioni e tariffe scontate dedicate agli Abbonati MySolution.

Approfitta di questa opportunità!

ISCRIVITI ALLA 2a GIORNATA  - TuttoRistrutturazioni - I bonus edilizi ordinari

ISCRIVITI ALLA 3a GIORNATA - TuttoRistrutturazioni - Le comunicazioni obbligatorie

ISCRIVITI ALLA 4a GIORNATA TuttoRistrutturazioni - TuttoQuesiti

VAI AL CORSO 

 

Il Programma del Corso

1ª Giornata - 14 Aprile 2021

  • Il punto sulle detrazioni edilizie
    • Superbonus: il punto dopo le recenti novità e interpretazioni
    • Gli interventi per gli enti non commerciali e i condomini: tipologie e modalità
    • I bonus ordinari come alternativa al 110%
    • Il nuovo “bonus facciate”: condizioni per l’applicazione
    • Il ritorno del “bonus mobili” e del “bonus verde”
    • Le comunità energetiche rinnovabili

2ª Giornata - 21 Aprile 2021

  • I bonus edilizi ordinari
    • Gli interventi destinati al recupero edilizio e di riqualificazione energetica
    • Le detrazioni per gli acquisti di abitazioni ristrutturate e di posti auto
    • L’ecobonus applicabile alle imprese e ai lavoratori autonomi
    • Gli interventi antisismici e il sisma bonus nelle imprese e lavoratori autonomi
    • La contabilizzazione dei bonus da parte delle imprese

3ª Giornata - 28 Aprile 2021

  • Le comunicazioni obbligatorie
    • Le modalità di recupero delle detrazioni edilizie
    • Le comunicazioni all’ENEA e all’ASL: cenni
    • La comunicazione per la cessione e sconto dei bonus casa
    • La piattaforma telematica e i rapporti con gli intermediari finanziari
    • Il visto di conformità: check list e controlli necessari

4ª Giornata - 30 Aprile 2021

  • TuttoQuesiti

A conclusione del percorso formativo, un intero incontro dedicato a rispondere ai quesiti che verranno raccolti al termine di ogni singola giornata.